martedì 30 agosto 2011

I nuovi (o vecchi?!) investimenti dei tempi di crisi: la fattoria

Chi dice che bisogna tornare alla vecchia e cara terra da coltivare nel prossimo futuro?
Beh, chi lo dice ha ragione.

Anche Perry Vieth, fondatore con altri soci niente poco di meno che di un fondo di investimenti basato su 61 fattorie. Un idea che genera valore, che rappresenta un vero e proprio investimento redditizio.
Non più quindi azioni, obbligazioni, fondi assicurativi, e neppure il caro vecchio immobile. Adesso investire nelle fattorie ed in tutto quello che questa produce, generi alimentari in primis, potrebbe generare ottimi guadagni.
Ed infatti, potrebbe essere intuitivo pensare che la domanda di generi alimentari è e sarà sciuramente più stabile di altri beni. Dopotutto si dovrà sempre mangiare.
E poi, cosa ne pensate dello sviluppo del settore (e del modello) agrituristico che le fattorie possono generare? Di organizzare partecipazioni alla vendemmia con kit vini in regalo? Di prevedere la possibilità di portare con se l'animale domestico? Di partecipare alla produzione dei salumi e formaggi? Le idee ci sono, semplici ma da mettere in pratica. E l'Italia è il posto giusto.

1 commento:

  1. Renzo Montagnani15 febbraio 2012 21:35

    quando le pance saranno vuote, nessun pezzo di carta varrà più di un pezzo di terra

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...